Gli imprenditori artigiani veneti sono quasi 144 mila. Nell'artigianato, associazionismo significa impegno organizzativo, aiuto all'impresa, sostegno nei momenti di difficolta', raccordo con gli enti e le istituzioni.

Il sistema di Casartigiani del Veneto nato nei primi anni '70 da sempre punta a questo mettendo al centro delle tematiche dell'organizzazione l'impresa e l'imprenditore artigiano.

Sono più di 10.000 gli imprenditori artigiani iscritti alla Casartigiani del Veneto attraverso le sedi provinciali che hanno affidato la rappresentanza regionale alla Federazione

Il ruolo della Federazione è quello di raccordare l'attività svolta a livello nazionale, regionale e provinciale a servizio dell'impresa artigiana: l'assistenza che l'artigiano trova presso gli sportelli territoriali e le opportunità di sviluppo per la piccola impresa sono il frutto anche di questa attività di coordinamento e collaborazione che consente, tra l'altro, di dare voce comune e quindi peso politico all'artigianato.

L'attività svolta dalla Federazione è, quindi, sia di servizio alle imprese, aiutando le Associazioni provinciali, sia di mediazione e proposta con quanti hanno competenze istituzionali in materia di artigianato. Interlocutore principale della Federazione è la Regione del Veneto, per il suo ruolo di programmazione economica e di intervento legislativo. Fondamentali sono anche i rapporti con le altre organizzazioni imprenditoriali e con i sindacati dei lavoratori, con i quali la Casartigiani del Veneto stipula i contratti collettivi regionali di categoria, partecipa all'Ente bilaterale dell'artigianato veneto in qualità di socio fondatore e talvolta concorda posizioni comuni sui principali temi di politica economica.

A Casartigiani del Veneto fanno capo centri, istituti e società, che si occupano di "fattori" strategici per lo sviluppo dell'artigianato. Sono stati cioè pensati e realizzati per offrire tutela sindacale, voce politica, servizi specializzati, nei campi della formazione come l'INIAPA, del credito come VENETO FIDI , della cooperazione, della promozione commerciale, dell'innovazione tecnologica, della salvaguardia ambientale, spesso con un'attenzione particolare alle specificità delle singole categorie di mestiere.

Un metodo di lavoro pensato per privilegiare quella della crescita qualitativa, a favore dell'artigianato ma anche - in ultima analisi - dell'intero tessuto produttivo veneto.






Hai dimenticato la password? Clicca Qui